Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

Vaccino etico senza aborti: sperimentazioni precliniche su LeCoVax2

Vaccino etico senza aborti. L’intervista al team italiano che ci sta lavorando

di Luca Marcolivio – Selezionato da: provitaefamiglia.it


Nel quasi totale silenzio mediatico, avanza la ricerca sui nuovi vaccini. All’Università degli Studi di Milano, procedono le sperimentazioni a livello preclinico su LeCoVax2: questo il nome del prodotto sviluppato in collaborazione con VisMederi Research. Il lavoro è coordinato in team da Claudio Bandi, Sara Epis e Gian Vincenzo Zuccotti del Centro di Ricerca Pediatrica “Romeo ed Enrica Invernizzi” dell’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con Emanuele Montomoli, responsabile scientifico di VisMederi Research srl e docente presso l’Università di Siena. Le peculiarità di LeCoVax2 sono molteplici: la produzione della proteina avviene all’esterno del corpo umano; si sta sperimentando la somministrazione del vaccino per via orale; soprattutto, non è previsto alcun utilizzo di linee cellulari di provenienza fetale. Non sarà dunque necessario alcun aborto per produrlo. A colloquio con Pro Vita & Famigliail professor Bandi, docente di Malattie Parassitarie presso il Dipartimento di Bioscienze e coordinatore della Piattaforma di Epidemiologia Genomica e Microbiologia Sperimentale presso il Centro di Ricerca Pediatrica “Romeo ed Enrica Invernizzi”, ha illustrato un progetto per il quale si procede con grande cautela ma con ragionevoli speranze di successo.Professor Bandi, a che punto è la vostra ricerca su LeCoVax2?«La ricerca è in fase preclinica, non siamo, cioè, ancora arrivati alla sperimentazione sull’uomo, per la quale saranno necessari ancora alcuni mesi. È verosimile che con questo virus dovremo convivere ancora per parecchi mesi, forse per alcuni anni, quindi sarà opportuno disporre preparati vaccinali diversi. Il nostro è un gruppo di ricerca relativamente piccolo, non abbiamo né le dimensioni, né la disponibilità economica e la rapidità d’azione di una multinazionale del farmaco. Ma stiamo sviluppando un preparato molto promettente. Il compimento della fase attuale dovrebbe concludersi entro fine novembre, dopodiché tireremo le somme e valuteremo se sarà possibile passare alla fase clinica».Quali sono le differenze fondamentali tra il vostro e i vaccini attualmente in uso, in particolare quelli a RNA messaggero?«Le tipologie di vaccino utilizzate in questo momento sono essenzialmente due: a RNA messaggero e a vettore virale. Nel primo caso, vengono somministrati degli RNA messaggeri che, nelle nostre cellule, porteranno alla “costruzione” delle proteine del virus che faranno da antigene, determinando la risposta immunitaria. I vaccini a vettore virale, come AstraZeneca o Johnson & Johnson, prevedono invece l’ingresso di DNA nelle cellule; dal DNA deriverà l’RNA su cui verrà sintetizzata la proteina del virus. Nel nostro caso, abbiamo una produzione della proteina che avviene all’esterno dell’essere umano, per poi venire inoculata. A tal riguardo, stiamo studiando due possibilità: o la somministrazione “purificata” del prodotto o la somministrazione della proteina associata al microorganismo che la produce, la Leishmania tarentolae, che, viste le sue caratteristiche, dovrebbe potenziare la risposta immunitaria. È un approccio diverso, nel senso in cui i vaccini in fase di utilizzo prevedono che la proteina del virus venga sintetizzata di fatto dalle nostre cellule. Nell’approccio abbiamo scelto – che in realtà è già utilizzato e ben consolidato – la proteina viene prodotta al di fuori».Non è previsto quindi, il ricorso a cellule di feti abortiti?«In questo caso, le cellule che abbiamo a disposizione sono le cellule di un microorganismo, una Leishmania non patogena, che verrebbe somministrata inattivata (cioè non vitale) o addirittura frammentata. Quindi non utilizziamo assolutamente niente che abbia a che fare con materiale d’origine fetale».Che tempi di sperimentazione prevedete?«Le grandi compagnie hanno a disposizione altre strutture, altre disponibilità economiche e riescono a sviluppare la fase preclinica in tempi più rapidi rispetto a quanto è possibile per noi. Noi abbiamo iniziato la nostra sperimentazione preclinica nel marzo 2021 e contiamo di concluderla a novembre. Dobbiamo ora concludere una serie di esperimenti, i risultati sono incoraggianti, abbiamo una produzione di anticorpi con proprietà neutralizzante. Per sapere, però, se ne valga davvero la pena, se LeCoVax2 offre qualcosa di più rispetto agli altri vaccini sul mercato, dovremo aspettare novembre. Un aspetto su cui stiamo lavorando è la somministrazione per via orale. È una via di somministrazione ancora in fase di ottimizzazione, anche se alcuni giornali hanno già parlato frettolosamente di “vaccino in pillola”. In realtà stiamo ancora verificando se questo tipo di somministrazione dia una risposta adeguata e in grado di neutralizzare il virus».Il vaccino per via orale ha dei precedenti?«Sì, ad esempio il vaccino antipolio di Sabin. Ci sono molti studi anche in campo animale sulla somministrazione per via orale. Nel caso del vaccino di Sabin il vaccino consisteva in un virus vivo, ma attenuato nella sua capacità di determinare la malattia. Nel nostro caso, come detto, non prevediamo la somministrazione del virus.Può infine parlarci della Leishmania e del suo “ruolo” nel potenziale vaccino?«La Leishmania, che utilizziamo per produrre la proteina del virus per suscitare la risposta immunitaria, è un organismo che, per sua natura, ha la tendenza ad entrare nelle cellule dendritiche, cellule che innescano e guidano la risposta immunitaria. La nostra intuizione è quella di sfruttare le caratteristiche di questa Leishmania, entrare all’interno di queste cellule dendritiche che poi governano la risposta immunitaria: la Leishmania mantiene questa caratteristica, anche se viene inattivata e frammentata, come da noi previsto. Quindi possiamo avere dei frammenti di Leishmania che trasportano l’antigene del virus e, al tempo stesso, riusciamo a mirarlo su queste cellule da cui parte la risposta immunitaria; questa è una caratteristica peculiare del prodotto che stiamo sviluppando».
Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

THE GRAPHENE JOB (OF THE BIG PHARMA)

The Big Pharma conspiracy theory

The Big Pharma conspiracy theory is a group of conspiracy theories that claim that the medical community in general and pharmaceutical companies in particular, especially large corporations, operate for sinister purposes and against the public good, and that they conceal effective treatments, or even cause and worsen a wide range of diseases.

Now the GRAPHENE JOB seems a major hit. The claim is that graphene oxides in the form of nano particles are part of ingredients of several COVID-19 VAX.

In the meanwhile, however, the Graphene propaganda has been launched. See here: https://www.youtube.com/watch?v=zQIzB6gRGs8 (Ecco Perché il Grafene é Il Materiale Del Futuro)

Let’s see some of the scientific, most powerful (and very convincing) proofs.

1) Toxicity of graphene-family nanoparticles: a general review of the origins and mechanisms

Particle and Fibre Toxicology volume 13, Article number: 57 (2016) Cite this article

Conclusions

In the past few years, GFNs have been widely utilized in a wide range of technological and biomedical fields. Currently, most experiments have focused on the toxicity of GFNs in the lungs and livers. Therefore, studies of brain injury or neurotoxicity deserve more attention in the future. Many experiments have shown that GFNs have toxic side effects in many biological applications, but the in-depth study of toxicity mechanisms is urgently needed. In addition, contrasting results regarding the toxicity of GFNs need to be addressed by effective experimental methods and systematic studies. This review provides an overview of the toxicity of GFNs by summarizing the toxicokinetics, toxicity mechanisms and influencing factors and aimed to provide information to facilitate thorough research on the in vitro and in vivo haemo- and biocompatibility of GFNs in the future. This review will help address safety concerns before the clinical and therapeutic applications of GFNs, which will be important for further development of GFNs in biological applications.

2) Graphene makes sensitive COVID-19 detector, 23 June 2021

https://www.materialstoday.com/carbon/news/graphene-makes-sensitive-covid19-detector/

Researchers at the University of Illinois at Chicago (UIC) have successfully used graphene – one of the strongest, thinnest known materials – to detect the SARS-CoV-2 virus in laboratory experiments. The researchers say their discovery could be a breakthrough in coronavirus detection, with potential applications in the fight against COVID-19 and its variants.

In experiments, researchers combined sheets of graphene with an antibody designed to target the infamous spike protein on the coronavirus. They then measured the atomic-level vibrations of these graphene sheets when exposed to COVID-positive and COVID-negative samples in artificial saliva. These sheets were also tested in the presence of other coronaviruses, like Middle East respiratory syndrome (MERS-CoV).

The UIC researchers found that the vibrations of the antibody-coupled graphene sheet changed when treated with a COVID-positive sample, but not when treated with a COVID-negative sample or with other coronaviruses. These vibrational changes, measured with a device called a Raman spectrometer, were evident in under five minutes. The researchers report their findings in a paper in ACS Nano.

WHAT IS THE ANSWER OF THE BIG PHARMA?

There is no conclusive evidence that the Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine contains graphene oxide.

REVIEW

Claims that a study from the University of Almería in Spain found graphene oxide in the Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine have been circulating in Spanish-language Telegram channels for weeks. These claims gained force in late June 2021 when microscopy images allegedly comparing graphene oxide and the contents of the Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine from a research study were posted on a Telegram channel. The claims have now spread through a number of social media platforms, such as TikTok and Facebook, and in a number of languages including Portuguese and now English.  

As part of the #CoronaVirusFacts Alliance led by the International Fact-Checking Network (IFCN), which “unites more than 100 fact-checkers around the world in publishing, sharing and translating facts surrounding the new coronavirus”, Health Feedback has translated the fact-check for this claim, published by Spanish fact-checking organization Newtral.es, a fellow signatory of the IFCN code of principles.

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

«Nessun osso di lui sarà spezzato» e «Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto»

“No bone of him will be broken” and “They will look at him whom they have pierced”

GIOVANNI 31-37

31 Allora i Giudei, perché i corpi non rimanessero sulla croce durante il sabato (poiché era la Preparazione e quel sabato era un gran giorno), chiesero a Pilato che fossero loro spezzate le gambe, e fossero portati via. 32 I soldati dunque vennero e spezzarono le gambe al primo, e poi anche all’altro che era crocifisso con lui; 33 ma giunti a Gesù, lo videro già morto, e non gli spezzarono le gambe, 34 ma uno dei soldati gli forò il costato con una lancia, e subito ne uscì sangue e acqua. 35 Colui che lo ha visto, ne ha reso testimonianza, e la sua testimonianza è vera; ed egli sa che dice il vero, affinché anche voi crediate. 36 Poiché questo è avvenuto affinché si adempisse la Scrittura:
«Nessun osso di lui sarà spezzato».
37 E un’altra Scrittura dice:
«Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto».

OMELIA DI DON ENRICO RONCAGLIA

Sta volgendo al termine il mese dedicato al Preziosissimo Sangue.

Il Vangelo ci fa capire quanto Gesu’ ci ama. Il sangue e’ simbolo della vita. L’acqua e’il simbolo della sovrabbondanza.

Tutta la vita di Gesu’ e’ stata sacrificata per noi!

In questi ultimi tempi siamo entrati nel tempo della purificazione. La pazienza di Gesu’ e dello Spirito Santo e’ immensa.

Il peccato e’ pero’ dentro il nostro cuore duro. Non siamo capaci di perdono e vediamo nei nostri fratelli solo i difetti. Non ci sforziamo di vedere gli aspetti positivi in loro!

Di qui non ne usciamo con le nostre sole forze! Abbiamo bisogno del Suo aiuto!

Si avvicinano i tempi dei castighi. Cerchiamo, sforziamoci per quanto e’ possibile di correggerci., impariamo da lui la misericordia!

Sia lodato Gesu Cristo!

HOMILY BY DON ENRICO RONCAGLIA

The month dedicated to the Precious Blood is coming to an end.

The Gospel makes us understand how much Jesus loves us. Blood is a symbol of life. Water is the symbol of superabundance.

The whole life of Jesus was sacrificed for us! In recent times we have entered the time of purification.

The patience of Jesus and the Holy Spirit is immense. However, sin is inside our hard heart. We are not capable of forgiveness and we only see defects in our brothers.

We don’t try hard to see the positives in them! We don’t get out of here with our own strength!

We need your help! The times of punishments are approaching. Let us try, let us try as far as possible to correct ourselves.

Let us learn mercy from him!

Praised be Jesus Christ!

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

CATENA DI PREGHIERA DEL PICCOLO RESTO -30 LUGLIO 2021

Oggi venerdì 30 luglio, dalle ore 5. 45 alle 6.38: Rosario del Dolore, Consacrazione e Adorazione del Preziosissimo Sangue, Adorazione e Consacrazione del Sacro Capo di Gesu’, Litaniae Lauretanae.

Per la Catena di Preghiera del Piccolo Resto, la Crociata di Preghiera della Vergine della Rivelazione e le implorazioni del Gruppo di Preghiera della Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma.

O Madre di Dio grazie per la nuova ispirazione, attuata tramite lo Spirito Santo, e grazie per tua intercessione per tutti noi che ti preghiamo. Mostra la via a noi e soprattutto ai sacerdoti che ci guidano, sapendo che senza riconciliazione reciproca e piena sincerita’ noi non possiamo restare fedeli figli tuoi e loro veri pastori. Allontana da tutti noi, che ti imploriamo, i segni inconfondibili del male, l’odio, la menzogna e gli insulti. Ma soprattutto i mali del nostro tempo: l’orgoglio intellettuale (1), il narcisismo satanico (2) e l’infedelta’ (1). Restituisci a tutti noi il rispetto e l’amore reciproco affinché siamo davvero tuoi figli e servi fedeli!

__________________

(1) L’ADORAZIONE AL SACRO CAPO DI GESU’ – Preghiere e profezie di Teresa Helena Higginson

https://www.proselitismodellascienza.it/2021/06/01/la-devozione-al-sacro-capo-di-gesu/

(2) Ann Barnhardt, https://www.proselitismodellascienza.it/2021/07/23/ann-barnhardt/

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

RICORDI DEI NONNI RADOSLOVICH A PUNTA NERA

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, in piedi e attività all'aperto

Vestiti di stracci. Siamo probabilmente dalle parti di Schitacia, in piena Cicceria, non lontano dal faro di Punta Nera (Crna Punta). Ancora al tempo della prima guerra le donne vestivano di stracci. Il nonno di mia moglie, Giovanni Radoslovich (1), che ho conosciuto nel 1970 quando aveva 89 anni, all’epoca della prima guerra fanalista a Punta Nera (credo 1916-17) quando andava ad Albona per ritirare lo stipendio girava armato di fucile. Partendo alla 5 di mattina tornava alla sera a notte inoltrata. Sua moglie Margherita Rerecic, natia di Unie come Giovanni, cuciva (gratis) vestiti di stoffa rustica per le donne della Cicceria!

__________________

(1) A New York lui, come molti Unioti, tra cui suo padre Matteo e il fratello Giuseppe, abitavano sulla 43rd nella zona di Hell’s Kitchen (edificio poi demolito nel 1932 per costruire l’Holland Tunnel). Subito dopo aver ricevuto la cittadinanza USA nel 1903 gli era stato offerto un posto di lavoro come poliziotto. Si trattava pero’ all’epoca di un lavoro molto pericoloso (vedasi il film famoso di Martin Scorzese “The Gangs of New York”). Decise quindi tornare a Unie. Dove nel 1908, divenuto fanalista, sposo’ felicemente la sua Margherita.

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

catena di preghiera del piccolo resto – 29 luglio 2021

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

Oggi giovedì 29 luglio, dalle ore 5.44 alle 6.26:

Rosario del Dolore, Adorazione del Preziosissimo Sangue, Adorazione del Sacro Capo di Gesu’, Litaniae Lauretanae.

Per la Catena di Preghiera del Piccolo Resto, la Crociata di Preghiera della Vergine della Rivelazione e il Gruppo di Preghiera della Basilica di Santa Maria Maggiore, Roma.

O Madre di Dio, ti preghiamo per la vittoria del tuo Cuore Immacolato e del Sacro Cuore di Gesu’ Nostro Signore! Intercedi per noi che ti invochiamo affinché la nostra umile preghiera giunga a Dio onnipotente, al Figlio, al Padre e allo Spirito Santo.

Preghiamo per la liberazione e il riscatto della Chiesa, la salvezza dei cristiani e l’avvento del Regno di Dio!

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

Martha, Martha, sollícita es et turbáris erga plúrima: porro unum est necessárium. María óptimam partem elégit, quæ non auferétur ab ea.

Martha, Martha, you are anxious and troubled about many things; and yet only one thing is needful. Mary has chosen the best part, and it will not be taken away from her.

Evangelium Luc 10:38-42
In illo témpore: Intrávit Iesus in quoddam castéllum: et múlier quædam, Martha nómine, excépit illum in domum suam: et huic erat soror nómine María, quæ étiam sedens secus pedes Dómini, audiébat verbum illíus. Martha autem satagébat circa frequens ministérium: quæ stetit et ait: Dómine, non est tibi curæ, quod soror mea réliquit me solam ministráre? dic ergo illi, ut me ádiuvet. Et respóndens, dixit illi Dóminus: Martha, Martha, sollícita es et turbáris erga plúrima: porro unum est necessárium. María óptimam partem elégit, quæ non auferétur ab ea.

OMELIA DI DON ENRICO RONCAGLIA

Oggi celebriamo Santa Marta. L’amicizia e’ portatrice di grazia. Si tratta di una raccomandazione per tutta la Chiesa. Marta e’ santa: il suo servizio al Signore e’ meraviglioso e cosa apprezzata grandissima. Ma il rimprovero rivolto a Marta riguarda il disprezzo per la sorella Maria che invece ascolta Gesu’.

C’e’ un limite alle nostre forze. Dobbiamo occuparci dell’unica cosa importante: ascoltare e quindi pregare Gesu’. Ma dobbiamo prima metterci in ascolto e quindi in contemplazione del Signore (c’e’ infatti il rischio di sentire solo il suono delle nostre preghiere).

La scelta della contemplazione e’ rivoluzionaria e contraria alla scelta efficentista che in questi ultimi anni si e’ dimostrata invece [nella Chiesa] un vero fallimento!

Applichiamo dunque a noi il consiglio che Gesu’ da a Marta!

Sia lodato Gesu’ Cristo!

HOMILY BY DON ENRICO RONCAGLIA

Today we celebrate Santa Marta. Friendship is the bearer of grace. It is a recommendation for the whole Church. Martha is holy: her service to the Lord is wonderful and greatly appreciated.

But the reproach addressed to Martha concerns the contempt for her sister Maria who instead listens to Jesus.

There is a limit to our strength. We must take care of the only important thing: listening to and then praying to Jesus. But before [praying] we must first listen to and therefore contemplate the Lord (there is indeed the risk of hearing only the sound of our prayers).

The choice of contemplation is revolutionary and contrary to the efficient choice which in recent years has proved [in the Church] to be a real failure!

Let us therefore apply to us the advice that Jesus gives to Martha!

Praised be Jesus Christ!

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

ISRAELE: efficacia vaccino Pfeitzer al 64%

IL VACCINO PFIZER IN ISRAELE. La notizia arriva da Israele, primo Paese a impegnarsi in una campagna vaccinale a tappeto, condotta esclusivamente con il vaccino di Pfizer. In base a dati preliminari rilasciati dal Ministero della Salute israeliano – e non ancora pubblicati su una rivista scientifica –  tra il 6 giugno e l’inizio di luglio 2021 l’efficacia del vaccino nel bloccare i nuovi casi di covid è stata del 64%, ben al di sotto del precedente 94%.

COME INTERPRETARE QUESTI DATI. 

Circa la metà delle nuove infezioni riguarda bambini (non ancora vaccinati);

l’altra metà, adulti vaccinati,

un fatto «che per certi versi ci si poteva aspettare, visto che l’85% degli israeliani adulti è vaccinato (perché se il virus deve “pescare” qualche preda tra gli adulti, con più probabilità andrà a incontrare persone vaccinate, ndr)» spiega Ran Balicer, a capo del panel nazionale di esperti di CoViD-19. «Tuttavia il tasso di infezioni breakthrough, ritenuto da alcuni esperti superiore alle attese, suggerisce una qualche diminuzione dell’efficacia dei vaccini contro la malattia lieve – non contro quella grave».

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

“et persequéntur, tradéntes, in synagógas et custódias, trahéntes ad reges et præsides propter nomen meum”

“they will arrest you and persecute you, delivering you up to the synagogues and prisons, dragging you before kings and governors for My name’s sake.”

Evangelium Luc 21:9-19
In illo témpore: Dixit Iesus discípulis suis: Cum audiéritis prœ́lia et seditiónes, nolíte terréri: opórtet primum hæc fíeri, sed nondum statim finis. Tunc dicebat illis: Surget gens contra gentem, et regnum advérsus regnum. Et terræmótus magni erunt per loca, et pestiléntiæ, et fames, terrorésque de cœlo, et signa magna erunt. Sed ante hæc ómnia iniícient vobis manus suas, et persequéntur, tradéntes, in synagógas et custódias, trahéntes ad reges et præsides propter nomen meum: contínget autem vobis in testimónium. Pónite ergo in córdibus vestris non præmeditári, quemádmodum respondeátis. Ego enim dabo vobis os et sapiéntiam, cui non potérunt resístere et contradícere omnes adversárii vestri. Tradémini autem a paréntibus, et frátribus, et cognátis, et amícis, et morte affícient ex vobis: et éritis odio ómnibus propter nomen meum: et capíllus de cápite vestro non períbit. In patiéntia vestra possidébitis ánimas vestras.

OMELIA DI DON ENRICO RONCAGLIA

Oggi ricordiamo un gruppo di 4 martiri Celso, Nazario (I secolo, i cui corpi sono sati ritrovati da S.Ambrogio), San Vittore (II secolo), Innocenzo (V secolo, lodato da San Gerolamo).

Gesu’ ci dice che non dobbiamo stupirci di nulla, i giusti attraverseranno il Mar Rosso. Prima degli ultimi tempi i veri cristiani subiranno la persecuzione e il martirio. Ma si ripeteranno i prodigi di Dio, giusto e misericordioso verso il suo popolo fedele. Non un capello sara’ loro tortto! Lo Spirito Santo ci suggerira’ cosa dire quando saremo portati nelle Sinagoghe e nei tribunali per essere processati nel nome di Gesu Cristo!

Sia lodato Gesu’ Cristo!

HOMILY BY DON ENRICO RONCAGLIA

Today we remember a group of 4 martyrs Celso, Nazario (1st century, whose bodies were found by S. Ambrogio), San Vittore (2nd century), Innocenzo (5th century, praised by San Gerolamo).

Jesus tells us that we should not be surprised at anything, the righteous will cross the Red Sea.

Before the end times, true Christians will suffer persecution and martyrdom.

But the wonders of God, just and merciful towards his faithful people, will be repeated.

Not a hair will be twisted to them!

The Holy Spirit will suggest what to say when we are taken to the synagogues and courts to be tried in the name of Jesus Christ!

Praised be Jesus Christ!

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

BENEDETTO XVI: “OCCORRE SEPARARE IL GRANO DALLA PULA” —-FORZA! DIAMOCI DUNQUE DA FARE COME CHIEDE PPBXVI!

Ieri il giornale cattolico tedesco Herder Korrespondenz ha pubblicato una lunga intervista a Benedetto XVI riportata da Andrea Cionci su Libero (*).

Benedetto XVI parla della presente crisi della Chiesa e di quella tedesca in particolare. Cosa dice Benedetto XVI?

“Finché solo l’ufficio, ma non il cuore e lo spirito, parlerà nei testi ufficiali della chiesa, l’esodo della fede dal mondo durerà“.

e piu’ oltre:

“Grano e pula, pesci buoni e cattivi appartengono alla chiesa. Non potrebbe essere questione di separare i buoni dai cattivi, ma potrebbe essere questione di separare i credenti dai miscredenti. Da allora, questo problema è diventato ancora più evidente”.

COSA SIGNIFICA L’APPELLO DI BENEDETTO XVI PER NOI CRISTIANI (CHE SIAMO FEDELI SOLO A LUI E RIGETTIAMO SATANA E I SUOI SEGUACI)?

“OCCORRE SEPARARE IL GRANO DALLA PULA” e quindi distinguere i veri dai falsi cristiani. Chi sono dunque i falsi cristiani? Sembra evidente che siano quelli che, a cominciare da Bergoglio, vogliono in particolare:

distruggere il Depositum Fidei, appoggiando molteplici eresie gia’ condannate dalla chiesa nel passato!

negare la Redenzione di Cristo, dichiarando che e’ stata “il fallimento di Dio”!

negare la divinita’ di Cristo, dichiarando che stato solo un grande uomo!

Negare l’esistenza dell’inferno e di satana (ovvero il male stesso)!

negare la presenza dello Spirito Santo nei cristiani in grazia di Dio!

negare gravissimi peccati mortali (la sodomia contronatura basata sulla falsa teoria LBGTQ, l’infame aborto, l’eutanasia criminale)!

abolire la santita’ dell’Eucarestia!

negare i dogmi mariani!

sostituire la Madonna con l’idolo satanico di pachamama!

sostituire e alterare in modo blasfemo le parole delle preghiere, delle sacre scritture e dei vangeli!

rinnegare le decisioni storiche dei concili ecumenici della chiesa!

abolire la fraternita’ in Cristo per sostituirla con quella massonica tra tutti gli uomini!

abolire il rito apostolico-tridentino

introdurre la teoria del falso misericordiosismo bergogliano (la salvezza senza pentimento!)

raccomandare l’introduzione delle unioni omosessuali/LBGTQ!

promuovere e favorire il ruolo crescente di esponenti manifestamente gay e LBGTQ nella chiesa!

introdurre la falsa religione mondiale atea e massonica!

introdurre la mitica societa’ del meticciato mondiale (l’ingenuo e antiscientifico mito hegeliano-illuminista: un’unica “razza”, una sola religione, un solo governo mondiale!).

FORZA! DIAMOCI DUNQUE DA FARE COME CHIEDE PPBXVI!

___________________________________

FONTE: Nuova intervista di Benedetto: “Separare credenti da non credenti”. Non sono un po’ troppe conferme al “Piano B”?https://www.liberoquotidiano.it/articolo_blog/blog/andrea-cionci/28119433/nuova-intervista-papa-ratzinger-benedetto-xvi-herder-korrespondenz-separare-credenti-da-miscredenti-ennesima-conferma-piano-b.html