Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

LA RIVELAZIONE DEL TERZO SEGRETO DI FATIMA: la nuova interpretazione teologica di PPBXVI

Commento by Max Tex 17 novembre 2020, aggiornamento del 15 maggio 2021.

I TENTATIVI DI NASCONDIMENTO E FALSIFICAZIONE (REAZIONE DI GV23, BOICOTTAGGIO DI PAOLO VI, GP 1, GP2 E PPBXVI)

Le vicissitudini delle profezie di Fatima, in riferimento al cosiddetto “Terzo Segreto”, sono note (2). I papi, a partire da Giovanni XXIII e fino a Giovanni Paolo II, si sono sempre rifiutati di rivelarlo integralmente (1,2). 

GV23 non pensava che il segreto dovesse essere pubblicato, perche’ a suo dire avrebbe compromesso le sue trattative con l’URSS di Krushev. Importante testimonianza al riguardo di Malachi-Martin (1).

Ma GV23 non era neutrale sull’argomento (e’ noto che fosse un seguace, nemmeno nascosto, della massoneria (*)). Incredibilmente all’apertura del CV2 arrivo’ a deridere proprio “i profeti di sventura“, ovvero i tre fanciulli di Fatima!

Paolo VI non menziono mai il contenuto del III segreto, realizzando di fatto un boicottaggio. Cosa non troppo sorprendente se consideriamo che anche Montini e’ da alcuni sospettato di essere appartenuto alla Massoneria. Con la possibile eccezione della sua famosa menzione del “fumo di satana” in Vaticano.

Giovanni Paolo I era personalmente legato a Fatima. Incontro’ suor Lucia durante un pellegrinaggio a Fatima come patriarca. E sembra abbia avuto la profezia da quest’ultima della sua elezione e prossima successiva morte.

Giovanni Paolo II ebbe alti e bassi. Woitila era sicuramente attratto da Fatima per la sua forte devozione mariana. Accresciutasi grandemente dopo essere scampato miracolosamente all’attentato avvenuto il 13 maggio 1981 (proprio la stessa data della prima apparizione di Fatima). GP2 chiese di vedere il contenuto del III segreto visionandone l’intero dossier.

Quindi GP2 era ovviamente ben consapevole del reale contenuto del III segreto. Si rese conto pero’ della difficolta’ di renderlo pubblico (anche per la fortissima resistenza della massoneria vaticana molto accresciuta dopo CV2).

Ma, pur presentando il testo integrale del III segreto (3) si lascio’ convincere dai suoi collaboratori a presentarne UN COMMENTO TEOLOGICO “PURGATO” (poi effettuato da Joseph Ratzinger in persona) del III segreto (giubileo del 2000):

COMMENTO TEOLOGICO “PURGATO”, (Ratzinger 2000): si trattava, precisamente, della versione secondo cui il III segreto riguarderebbe il fallito attentato a GP2 da lui subito in piazza San Pietro il 13 maggio 1981 ad opera di Alì Agca (quindi un complotto ordito dall’Unione Sovietica, ovvero da parte del comunismo “rosso”).

Forse per questo motivo (il suo miracoloso salvataggio) GP2 riteneva davvero in buona fede che il III segreto si riferisse a lui personalmente? Ma se davvero il papa del “Totus tuus” ci credeva, tuttavia si sbagliava!

Segue comunque una lunga storia di dichiarazioni (Bertone e Ratzinger) che tuttavia incredibilmente non hanno risolto il problema del III segreto.

LA RIVELAZIONE DEL VERO SIGNIFICATO DEL III SEGRETO DA PARTE DI PPBXVI (2010)

Fino al 2010. Quando, finalmente, PPBXVI durante il suo viaggio aereo a Fatima (4) di fronte ai giornalisti e ad un esterefatto card. Sodano (che poi provvide a creare un opportuno diversivo per interrompere la sua esternazione) sforna una versione completamente nuova della sua interpretazione teologica. Tali dichiarazioni infatti contraddicono completamente la versione “purgata” da lui stesso fornita anni prima (2000). Cosi’ finalmente svela quanto era ormai evidente ai mistici, ai teologi e agli stessi fedeli, fornendo con cio’

IL NUOVO COMMENTO TEOLOGICO DI PPBXVI (2010)

e cioe’ che il III segreto di Fatima riguarda l’apostasia della chiesa (dovuta al complotto della massoneria e non al comunismo dell’oramai ex Unione Sovietica) e l’avvento dell’anticristo, affermando inoltre che le profezie di Fatima debbono ancora realizzarsi!

ALTRA POLEMICA: LA QUESTIONE DELLA COMPLETEZZA DEL TESTO DEL III SEGRETO E/O DELLA SUA INTERPRETAZIONE TEOLOGICA- LA SMENTITA DI PPBXVI (2016)

Benedetto XVI nel 2016 afferma testualmente: ‘La pubblicazione del Terzo Segreto di Fatima è completa’” (6,7).

A proposito di “alcuni articoli apparsi recentemente” che “hanno riportato dichiarazioni attribuite al Padre Ingo Dollinger (5), secondo cui il Card. Ratzinger, dopo la pubblicazione del Terzo Segreto di Fatima (avvenuta nel giugno 2000), gli avrebbe confidato che tale pubblicazione non è stata completa” (5). A tale proposito, si legge nella nota, “il Papa emerito Benedetto XVI afferma chiaramente che le esternazioni da Padre Dollinger attribuite all’allora card. Ratzinger (5,6) su questo tema ‘sono pure invenzioni, assolutamente non vere e conferma decisamente: “La pubblicazione del Terzo Segreto di Fatima è completa”(6).

Ma in realta’ la questione posta da Padre Ingo Dollinger sembra vertere piuttosto sulla interpretazione teologica del terzo segreto che, come visto sopra, Ratzinger nel frattempo eletto papa, provvedera’ effettivamente a “rettificare” nel 2010.

Tuttavia, si badi bene, Benedetto XVI non ha in questa occasione smentito (ne’ potrebbe ragionevolmente farlo) il suo nuovo commento teologico del 2010 (vedi sopra) presentato con le sue dichiarazioni ai giornalisti durante il suo viaggio a Fatima del 2010 (4).

Ma che la battaglia di nascondimento da parte della massoneria vaticana sia ancora in corso emerge dal concomitante particolare seguente:

Nella stessa occasione Famiglia Cristiana va infatti ben oltre (7) dichiarando addirittura «COMPLETAMENTE SVELATO IL TERZO SEGRETO DI FATIMA». E al riguardo, guarda caso. ripropone stolidamente la vecchia interpretazione (cara alla stessa massoneria vaticana), ricordando che nel giugno 2000 l’allora cardinale e teologo Joseph Ratzinger, e’ stato proprio lui a firmarne il commento teologico del 2000 quando il III Segreto di Fatima è stato reso pubblico e divulgato per volere di GP2. Lo stesso GP2 che all’intercessione della Madonna di Fatima aveva legato la sua sopravvivenza dopo l’attentato subito in piazza San Pietro il 13 maggio 1981 ad opera di Alì Agca.

L’ATTUAZIONE DEL TERZO SEGRETO (8)

Oramai lo sappiamo: l’attuale crisi apostatica ormai irreversibile della chiesa temporale ha origine dal Concilio Vaticano II. La responsabilita’ morale ricade indubbiamente su GV23 e Paolo VI, appunto i papi del Concilio, che hanno fatto dilagare nel Vaticano la massoneria. Massoneria di cui facevano molto probabilmente parte loro stessi (o che in alternativa hanno almeno in parte inconsapevolmente e con incredibile ingenuita’ favorito a causa di loro abissali limitazioni culturali di fondo) e che ha potuto da quel momento attuare indisturbata le sue distruttive concezioni moderniste/massoniche.

Dando cosi’ il via all’attuazione inevitabile del Terzo Segreto di Fatima. Il Cardinale Ciappi, il teologo di papi, da Pio XII a Giovanni Paolo II (all’inizio del suo pontificato) affermo’ infatti:
Il Terzo Segreto dice che la grande apostasia nella Chiesa inizia dal suo vertice.”
La conferma ufficiale viene dal segreto de La Salette (1846):
La Chiesa subirà una terribile crisi. Essa sarà eclissata. Roma (il Vaticano) perderà la fede e diventera’ la sede dell’Anticristo“.

___________________________

(*) E’ noto che Natuzza vide G23 in purgatorio. Il quale confesso’ di esservi finito a motivo di una sua menzogna mentre era papa. Forse una menzogna riguardante la sua appartenenza alla massoneria? In tal caso una colpa quasi fatale che lo collocherebbe addirittura nel fondo del purgatorio! Cosa che significherebbe molto probabilmente che sia ancora laggiu’ ad espiare dove Natuzza l’ha visto! (aggiungiamolo quindi alle nostre preghiere)

(1) MALACHI MARTIN INTERVIEW ON THE THIRD FATIMA SECRET https://www.proselitismodellascienza.it/2020/11/18/malachi-martin-interview-on-the-third-fatima-secret/ HTTPS://WWW.FACEBOOK.COM/…/PERMALINK/298981747926210

(2) LA QUESTIONE DELLE PROFEZIE: I TENTATIVI DI NASCONDIMENTO E FALSIFICAZIONE DA PARTE DELLA FALSA CHIESA, Max Tex 27 aprile 2021 https://www.proselitismodellascienza.it/2021/04/27/la-questione-delle-profezie-i-tentativi-di-nascondimento-e-falsificazione-da-parte-della-falsa-chiesa/

(3) I tre segreti di Fatima, 14 Maggio 2021,

https://www.proselitismodellascienza.it/2021/05/14/i-tre-segreti-di-fatima/

(4) VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO
NEL 10° ANNIVERSARIO DELLA BEATIFICAZIONE
DI GIACINTA E FRANCESCO, PASTORELLI DI FÁTIMA
(11-14 MAGGIO 2010)
http://www.vatican.va/content/benedict-xvi/it/speeches/2010/may/documents/hf_ben-xvi_spe_20100511_portogallo-interview.html

(5) Due note sulla controversia Dollinger-Ratzinger sulla pubblicazione del Terzo Segreto di Fatima, http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1564_Due_note_su_Dollinger-Ratzinger.html

Quando Padre Dollinger chiese al cardinale Ratzinger se era veramente quello il contenuto del segreto, il cardinale lo zittì (perché, spiegò Padre Dollinger, il cardinale era vincolato dal giuramento di non parlare della questione) … dopo Padre Dollinger chiese al cardinale perché non era stato divulgato il contenuto della terza parte del Segreto e la risposta di Sua Eminenza fu: “Perché ormai è troppo tardi.”

(6) Benedetto XVI: “la pubblicazione del Terzo Segreto di Fatima è completa”, 21 Maggio 2016 https://www.agensir.it/quotidiano/2016/5/21/benedetto-xvi-la-pubblicazione-del-terzo-segreto-di-fatima-e-completa/

(7) IL PAPA EMERITO RATZINGER: «COMPLETAMENTE SVELATO IL TERZO SEGRETO DI FATIMA», 23/05/2016, https://www.famigliacristiana.it/articolo/il-papa-emerito-ratzinger-completamente-svelato-il-terzo-segreto-di-fatima.aspx

(8) L’ATTUAZIONE DEL TERZO SEGRETO DI FATIMA, Max Tex, 10 gennaio 2021

https://www.proselitismodellascienza.it/2021/01/10/1475/

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

QUALI SONO I CEPPI ATTUALI DEL COVID-19? (*) E SOPRATTUTTO DA DOVE VENGONO? QUESTO E’ IL PROBLEMA

Sono classificati in base ai sintomi;

1) influenzali: febbre, brividi, affaticamento corporeo.

2) da raffreddamento: rinite, starnuti, congestione nasale, tosse.

3) oculari: grave infiammazione degli occhi e secrezione oculare.

4) polmonari: polmonite (una forma più leggera rispetto a quella interstiziale bilaterale, che ha provocato molti morti) e affanno respiratorio.

5) reumatici: dolori di tipo reumatico alle ossa.

6) gastrointestinali: nausea, diarrea, spasmi all’intestino.

7) anosmia: perdita parziale o totale dell’olfatto e del gusto, anche per un tempo particolarmente prolungato.

DA DOVE VIENE COMUNQUE IL CEPPO ORIGINALE PIU’ PERICOLOSO?COMUNQUE NON SEMBRA NEMMENO CERTO CHE I NECESSARI STUDI DELLE MUTAZIONI VIRALI SIANO STATI EFFETTIVAMENTE CONDOTTI!

____________________________

(*) https://www.ilmeteo.it/notizie/coronavirus-esistono-7-forme-di-covid19-lievi-ecco-come-riconoscerle-secondo-un-recente-studio-082750

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

I SANTI CI INVIDIANO!

Che noi stiamo vivendo nei tempi apocalittici della grande apostasia e quindi alla vigilia delle vicende descritte nel Capitolo 12 dell’Apocalisse e’ (molto) probabile.

Ma che non si tratti puramente di fantasiose elucubrazioni millenaristiche tuttavia lo dimostrano le rivelazioni fatte direttamente a santi e veggenti!

Santi e veggenti, che trasmettendo queste profezie hanno espresso il loro rammarico di non poter vivere questo nostro tempo cosi cruciale per la fede, segnato dalla grande apostasia della falsa chiesa, dalle grandi sofferenze per i veri cristiani rimasti fedeli a Cristo, ma anche dalle prove di eroismo della fede da parte di pochi piccoli e ultimi rimasti. Tra i quali pero’ speriamo di esserci noi del Piccolo Resto!

E QUINDI A NOI PICCOLI, QUASI INSIGNIFICANTI (MA EVIDENTEMENTE NON CERTO SCELTI A CASO!), CI E’ STATO DATO UN COMPITO GRANDIOSO!

Difendere il Depositum Fidei!

Dobbiamo aggiungere pero’ quello che dicono le profezie.Ai membri del Piccolo Resto toccherera’ di combattere sotto il comando della Virgo Sancta Generalissima! Sara’ la battaglia contro l’anticristo in cui molti di noi daranno la loro vita!

Ma non sara’ un semplice martirio! Le vittime verranno portate in cielo anima e corpo! Speriamo di essere nel novero dei santi che avranno questo privilegio!

____________________________________

(1) I SANTI CI INVIDIANO!, by Max Tex 10-11 novembre 2020:

https://www.facebook.com/groups/266287024711787/permalink/369353354405153

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

SE QUESTO E’ VERO SI TRATTA DI UN COMPLOTTO MONDIALE PROGRAMMATO!

“Coronavirus in Italia già a settembre 2019”. Scoperta-choc dell’Istituto tumori di Milano

https://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/coronavirus-italia-settembre-2019-174028/?fbclid=IwAR2TtgpCLhm6HysZAZ_0SSWzpap8S-

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

16 – MESSAGGIO DELL’APOCALISSE PER LA CHIESA CONTEMPORANEA -APOCALISSE CAP. 12 (1-6)-

L’APOCALISSE COMMENTATA: LA DONNA RIVESTITA DI SOLE (prima revisione dd. 16/11, seconda revisione dd. 17/11) –

Facendo seguito alle ripresa delle catechesi di Don Alessando Minutella sull’Apocalisse (*) analizziamo qui i primi sei versetti del Capitolo 12, cominciando dall’esordio.

Il nostro punto di vista e’ quello dei membri del Piccolo Resto. Avendo compiuto il giuramento alla BVM siamo percio’ stesso tutti sotto la protezione del Suo manto (Lei ci chiama “i suoi piccoli figli“, non e’ bello?). E quindi, in costante e fiduciosa attesa della parola di Gesu Cristo, restando tutti nell’armonia del Piccolo Resto! Come potrebbe essere infatti altrimenti se ci siamo dati a Maria?

Ma non ci illudiamo! Il nostro ruolo non e’ puramente passivo come quello di un gregge! Infatti, come appartenenti al Piccolo Resto dobbiamo essere veri testimoni di Giovanni Evangelista, in modo tale da poter apprendere fino in fondo l’insegnamento che Gesu stesso ci vuole impartire, al punto tale da poterlo insegnare a nostra volta!

Immedesimiamoci dunque nel nostro ruolo!

Mentre dunque lo accompagniamo nel suo viaggio attraverso la Rivelazione di Cristo (l’Apocalisse appunto), ecco apparire nel cielo, davanti agli occhi della nostra mente (stiamo guardando assieme a Giovanni!), una visione grandiosa:

1 Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle.

Si tratta, come in tutto l’Apocalisse, di una visione del trascendente che pertanto va oltre il conoscibile razionale di noi uomini fatti di materia. Infatti il cielo rappresenta la soglia contingua al territorio di Dio, ovvero appunto il trascendente stesso. In questa zona appare dunque la visione di una donna rivestita di sole. Come potremo dunque interpretarla? In questo ci aiutano, per cominciare, la Bibbia e il Nuovo Testamento.

Cosa significa dunque la “donna rivestita di sole”? Nella Bibbia e nel Nuovo Testamento il sole e’ il capolavoro della creazione e quindi il dono supremo di Dio. Pertanto la visione di riferisce a lei, e soltanto a lei che e’ la Madre Immacolata di Cristo (come lui stesso ama chiamarla), cui Dio si compiace di concedere il suo volto stesso, quindi quello di Gesu Cristo!

Il riferimento alla luna e alle dodici stelle e’ d’altra parte inequivoco e ci suggerisce che si tratti senza dubbio della Beata Vergine Maria, la Madre Immacolata e quindi la Madre della Chiesa! E’ lei infatti che nelle immagini tradizionali e’ decorata di dodici stelle e poggia i piedi sulla mezzaluna, il simbolo di Satana che lei schiaccia sotto i piedi! Si veda per esempio l’immagine della Vergine di Guadalupe, la famosa Tilma, ovvero l’immagine miracolosa della Madonna dipinta dagli angeli, in cui questi elementi sono presenti.

La Luna simboleggia anche la misura del tempo secondo il calendario appunto lunare. Pertanto il fatto che la donna poggi i piedi su di essa indicherebbe che lei si ponga al di sopra del tempo. Da notare che nella stessa immagine di Guadalupe la Vergine appare emettere un’aura di luce ed e’ quindi anch’essa rivestita di sole!

Quanto al riferimento alle dodici stelle queste potrebbero avere riferimento sia all’Antico che al Nuovo Testamento. Nel primo caso potrebbero riferirsi alle 12 tribu’ di Israele e nel secondo ai dodici apostoli che hanno illuminato il percorso del popolo di Dio e della Chiesa. Si tratta pertanto di una luce minore rispetto a quella che riveste la Donna ma di importanza essenziale per la storia della salvezza. La stessa donna quindi trasmette e irradia la luce del sole, grazie al Cristo (il sole).

Ma un altro aspetto del “segno” e’ presente: la donna e’ incinta ed urla partorendo! Infatti:

2 Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto.

Vedremo tra poco il frutto del suo parto!

Ed ecco un altro segno nel cielo:

3 Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi;

4 la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra. Il drago si pose davanti alla donna che stava per partorire per divorare il bambino appena nato.

Si tratta senza dubbio di un messaggio della trascendenza, che quindi viene direttamente da Dio (Ugo Vanni). Il drago e’ una creatura mostruosa e spaventosa (7 teste e 10 corna). Il fatto che abbia 7 teste significa che in se raggruppa ben 7 bestie. Ma non si tratta di un numero preciso perche’ il numero 7 come al solito nella simbologia aritmetica dell’Apocalisse indica la totalita’. La testa, tuttavia nella simbologia biologica indica la radice dellla vitalita’ o della vita stessa della bestia (un possibile simbolo sia teriomorfo che antropomorfo). Le 10 corna e i 7 diademi rappresentano (secondo la visione profetica di Don Dolindo Ruotolo) invece il potere politico (il marxismo comunista ateo, i matrimoni LGBTQ, la perversione sessuale, l’aborto dell’asse del male, i circoli di farsa spiritualita’ (il falso cattolicesimo della falsa chiesa) dove l’anima si mette a contatto con satana, il NWO, la civilta’ contro Dio, immerso nel peccato, che perseguita e distrugge la vera chiesa fedele a Cristo.

Quindi si tratta di un mostro dalle molteplici risorse e dalla potentissima vitalita. La cui forza mostruosa e’ pronta a contrapporsi alla forza di Cristo e a divorare il bambino appena nato.

Chi e’ e cosa rappresenta dunque l’enorme drago rosso? L’interpretazione “ufficiale” di molti critici e commentatori (tra cui Don Dolindo Ruotolo ,Von Balthasar, Ugo Vanni) e’ che si tratti di Satana in persona o di una sua personificazione, ovvero lo spirito maligno il serpente antico dell’Eden, il diavolo, che vuole creare un nuovo regno terrestre contrapposto a quello terrestre (NWO e falsa chiesa). Per altri (Don Divo Barsotti, Ugo Vanni) si tratta del maligno.

Ma secondo Don Stefano Gobbi che riferisce le rivelazioni della BVM si tratta di satana impersonificato nel comunismo ateo (v. PIU’ sotto LE RIVELAZIONI DEI SANTI E VEGGENTI).

E cosa significa la sua coda che prende un terzo delle stelle e le precipita sulla terra? Visto il numero enorme delle stelle del cielo, abbatterne un terzo significa un evento cosmico di portata incalcolabile, l’avvento di una distruzione che si oppone alla creazione divina iniziale. E’ quindi il tentativo demoniaco di dar vita a un mondo umano che si oppone a quello divino, che ha le fattezze del male e non e’ piu’ a immagine a somiglianza di Dio.

Ma la donna riesce a partorire!

5 Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e il figlio fu subito rapito verso Dio e verso il suo trono.

Si tratta dunque della venuta del Messia! La mezione dello scettro di ferro e’ infatti una citazione dal Salmo 2, in cui si dice che il Messia pascera’ tutte le genti con la verga di ferro. In altre parole Il Messia organizzera’ tutta la storia della salvezza fino alla sua conclusione!

Intanto il drago e’ in agguato in attesa di divorare il figlio. Ma il suo tentativo fallisce grazie al provvidenziale intervento di Dio! Infatti:

6 La donna invece fuggì nel deserto, ove Dio le aveva preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni.

Traducendo i giorni in anni si tratta dunque di tre anni e mezzo! E’ il tempo della della precarieta’ e del pericolo costante. Quindi non e’ ancora il tempo di Dio e della sua salvezza!

A quali eventi si riferiscono dunque le due visioni e il successivo periodo di 3 anni e mezzo? I Messaggi dei segni che appaiono nel cielo sono quindi di Rivelazione da parte di Dio stesso! Restano peraltro messaggi dal trascendente e pertanto ancora ermetici e per noi in massima parte ancora razionalmente incomprensibili.

Ma come potremo, noi testimoni del Piccolo Resto, sperare di comprendere gli eventi che man mano si svolgono sotto i nostri occhi?

Certo, con la forza della preghiera e con il dono dello Spirito Santo!

Ma soprattutto con le rivelazioni, tramite santi e veggenti, fornite direttamente da parte di Gesu’ stesso, assieme a sua Madre Immacolata, la Mediatrice di tutte le Grazie e il Sigillo del Dio Vivente!

LE RIVELAZIONI DEI SANTI E VEGGENTI

Ma che non si tratti puramente di fantasiose elucubrazioni millenaristiche tuttavia lo dimostrano le rivelazioni fatte direttamente a santi e veggenti!

Santi e veggenti, che trasmettendo queste profezie hanno espresso il loro rammarico di non poter vivere questo nostro tempo cosi cruciale per la fede (1), segnato dalla grande apostasia della falsa chiesa, dalle grandi sofferenze per i veri cristiani rimasti fedeli a Cristo, ma anche dalle prove di eroismo della fede dei pochi piccoli e ultimi rimasti. Tra i quali pero’ speriamo di esserci tutti noi del Piccolo Resto!

Tra le numerose profezie da citare:

  1. le rivelazioni di Gesu Cristo a Maria Valtorta (2):L’Abominio della casa di Dio, segno premonitore della fine del mondo.. [avverra’ a causa] di un clero troppo cultore di razionalismo e troppo al servizio del potere politico [da cui] non puo’ che faltalmente venire un periodo molto oscuro per la chiesa.” Ma Gesu’ rivela anche che la manifestazione dell’enorme drago rosso si accompagnera’ alla manifestazione dell’anticristo, preceduto a sua volta dal “pastore idolo”. Ma perche dunque e’ detto “pastore idolo”? Perche’ innalza se stesso a Dio e, come l’impostore, sostituisce la preghiera del Credo alla Trinita Divina, con un ignobile e satanico “Credo a se stesso”! Si tratta dunque con grande chiarezza del nostro tempo! Come potremmo mai dubitarlo?
  2. locuzioni della BVM a Don Stefano Gobbi del 14 maggio 1989 (3): “L’enorme drago rosso e’ il comunismo ateo, che ha diffuso in ogni parte l’erroree della negazione e dell’ostinato rifiuto di Dio.” E ancora “L’enorme drago rosso e’ riuscito in questi anni a conquistare l’umanita’ con l’errore dell’ateismo teorico o pratico, che ha ormai sedotto tutte le nazioni della terra.” La BVM afferma quindi.Per questo mi formo lo schiera dei miei piu’ piccoli figli [IL PICCOLO RESTO!], in ogni parte del mondo, e ad essi domando che si consacrino al mio Cuore Immacolato. Cosi’ li conduco a vivere solo per la Gloria di Dio, per mezzo della fede e della carita’.” La BVM inoltre conferma l’interpretazione delle 7 teste, 10 corna e 7 diademi. I 7 diademi sulle 7 teste sono segno di potere e regalita’, le 10 corna rappresentano la potenza dei suoi mezzi di comunicazione.

Da citare altresi testi ispirati quali quelli dovuti a Don Dolindo Ruotolo (4), Urs Von Balthasar (5), Don Divo Barsotti (6) e Ugo Vanni (7). Infine riguardo agli studi storici sul comunismo val la pena citare l’opera notissima “Il libro nero del Comunismo” (8).

__________________________

(*) vedasi in particolare la catechesi di Don Alessandro Minutella dd.16 novembre 2020: https://www.facebook.com/radiodominanostra/videos/1025367354603412

(1) I SANTI CI INVIDIANO!, by Max Tex 10-11 novembre 2020:

https://www.facebook.com/groups/266287024711787/permalink/369353354405153

(2) Maria Valtorta nei sui libri riporta in molte occasioni rivelazioni di Gesu’ Cristo sul Drago Rosso e sul “pastore idolo”. Vedasi al riguardo: https://www.proselitismodellascienza.it/2020/11/19/bibliografia-di-maria-valtorta-su-pastore-idolo/

Due esempi sono i seguenti: Maria Valtorta, Quaderni del 1943, 9 e 11 dicembre, Centro Editoriale Valtortiano. Altri riferimenti interessanti si trovano in Zaccaria 12-14; riguardo al “pastore idolo” vedasi in particolare l’articolo di Antonio Socci: https://www.facebook.com/groups/149124986245221/permalink/298783314612720.

(3) Don Stefano Gobbi, ” Il libro azzurro“, pagg. 729 e seguenti.

(4) Don Dolindo Ruotolo, Commento all’Apocalisse, (1944)

(5) Hans Urs Von Balthasar, APOCALISSE, Medusa Ed. 2004 – 1a edizione.

(6) Don Divo Barsotti, Meditazioni sull’Apocalisse, Queriniana (1966).

(7) Ugo Vanni, Apocalisse libro della Rivelazione, Edizioni Dehoniane Bologna (2019).

(8) Stephane Cortois et al., “Il libro nero del Comunismo“, Le Scie, Mondadori (1997).Meditazione Sull’apocalisse – Divo Barsotti – Queriniana – 1966

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

VACCINO DAL 2021?

E’ un’ipotesi incoraggiante (1). E se invece fosse vera l’ipotesi del complotto mondiale (che piace a complottisti e ufologi) di Padre Fonzaga (2) e quindi dovessimo aspettarci i covid-21,22,…ecc.?

____________________________

(1) Covid, il creatore del vaccino Pfizer: «Normalità dal prossimo inverno», 14 novembre 2020, Corriere della Sera: https://www.corriere.it/cronache/20_novembre_15/covid-creatore-vaccino-pfizer-normalita-prossimo-inverno-0b3eb406-2738-11eb-80dd-837b5190599c.shtml?fbclid=IwAR2l-jvmzu-O5N6LUZiV3xaHeX1Wk3zKFsO_w62V0wLhbOh_jYNVY5Rr4j4

(2) Il direttore di Radio Maria: “Il coronavirus è un progetto criminale di élites mondiali per ridurci a zombie”, 14 novembre 2020, https://www.today.it/strano-ma-web/fazanga-radio-maria-complotto-coronavirus.html

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

Quando comincia la vita nel feto?

Sembra una domanda cui la scienza contemporanea e’ in grado di rispondere, ma non per i pro-abortisti evidentemente. Che adesso sono arrivati a nove mesi!

C’e’ pero un’insidia anche nell’affermazione secondo la quale “La vita (umana) nascerebbe appena si forma una nuova cellula autonomamente, mentre l’anima sarebbe viene inviata da cielo dopo qualche tempo.

Questa e’ appunto la tesi cosiddetta dell’animazione del feto, che e’ prevalsa a lungo nel cristianesimo, tesi secondo la quale il feto andava considerato essere umano a partire dal quarto mese di gravidanza. Vedasi ad esempio la mistica Maria D’Agreda (cf. D’AGREDA, Mistica Città di Dio).

Tutto cio’ e’ terminato pero nel 1869 quando papa Pio IX affermò nella costituzione Apostolicae Sedis, che il feto ha un’anima fino dal concepimento. Tale posizione della Chiesa è stata ribadita nell’Istruzione sul rispetto della vita umana nascente e la dignità della procreazione, che dal 1987 equipara quindi il feto a una persona sin dal momento del concepimento.

La tesi dell’animazione del feto e’ peraltro basata su un sillogismo razionalmente falso, secondo il quale la cellula umana fecondata riceverebbe l’anima “dopo qualche tempo”.

Vediamone gli elementi del ragionamento.

L’anima e’ trascendente. Come tale, essendo creata da Dio fuori del tempo, e’ necessariamente eterna. Ne segue che per noi che viviamo nel tempo esiste da sempre e quindi gia’ prima del concepimento dell’individuo! L’affermazione che l’anima “si congiunge dopo qualche tempo” e’ quindi priva di senso per via, appunto, della sua natura trascendente.

Tuttavia il “concepimento” o “processo di fecondazione dell’ovocita, ovvero la cellula germinale femminile”, non e’ istantaneo. Cio’ in quanto anche una volta che lo spermatozoo fecondante e’ entrato nella stessa cellula occorrono circa 24 ore affinche i DNA maschile e femminile si possano fondere per generare il DNA del nuovo essere umano, generando quindi la sua prima cellula. Cio’ significa che per compiere il “concepimento” puo’ intercorrere un tempo anche di 4-5 giorni tra la fecondazione e l’effettiva generazione del nuovo essere umano.

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

FATTORI DI RISCHIO CORONAVIRUS

Secondo Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanita’:

“Il rischio di infettarsi è condizionato da tre variabili: la carica virale del contagiante, il tempo di contatto e la presenza dei dispositivi di protezione individuale (mascherina, guanti).

QUINDI: evitare contatti anche indiretti con persone positive.

Prevenzione attiva: usare sempre mascherina e anche guanti, disinfettare accessi condominiali.

Prevenzione passiva: evitare trasporto locale pubblico, ambito famigliare.

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

L’ESTREMA (E INUTILE) DIFESA DEI PRO-BERGOGLIANI: DOCUMENTI SUI SACRIFICI UMANI ALLA PACHAMAMA!

Val la pena ritornare sulla questione della pachamama (1) I motivi? Si tratta probabilmente di una delle uscite piu’ rozzamente concepite, piu’ immotivate e piu’demenziali, nonche’ eretiche, del falso papa e della falsa chiesa.Uno studio scientifico ora dimostra i sacrifici umani sui bambini che venivano organizzati dagli Inca in onore delle loro divinita’, tra cui appunto pachamama. Vedasi anche il post di ieri (3).

LA VERA NATURA DI PACHAMAMA

Pachamama (anche Pacha Mama o Mama Pacha) significa in lingua quechua Madre terra. Si tratta di una divinità venerata dagli Inca e da altri popoli abitanti l’altipiano andino, quali gli Aymara e i Quechua. È la dea della terra, dell’agricoltura e della fertilità. Ma entriamo in maggior dettaglio.

PANTHEON DEGLI INCA

Nella mitologia inca gli dei erano gli astri o altri grandi elementi della natura. L’unico dio nel vero senso della parola era:

  • Wiraqucha, la divinità creatrice del Sole, della Luna e delle stelle, il dio che aveva plasmato i primi uomini nell’argilla.
  • Pachakamaq, dio e creatore; l’etimologia del termine Pachakamaq deriva dal quechua che significa creatore dell’Universo (pacha = terra- Kamaq = creatore).

Gli altri dei fondamentali erano:

  • Inti (Sole), creatore e protettore degli Inca, sposo e fratello di Mama Quilla (madre Luna) e padre del primo inca, e di Mama Ocllo (madre Uovo),
  • Pachatayta = marito e fratello della Pachamama (pacha = terra – tayta o tata = padre)
  • Pachamama, madre terra, moglie di Pachacamac, protettrice dei raccolti e dea della fertilità, tuttora molto venerata.

I SACRIFICI UMANI (2)

sacrifici umani nell’impero Inca sono conosciuti con il nome di “copacocha”. I bambini scelti, di solito, percorrevano lunghe distanze e partecipavano alle cerimonie nella capitale inca Cuzko, prima di dirigersi sulla sommità del vulcano, a 100 chilometri di distanza, dove venivano uccisi.

Gli Inca preparavano i bambini che sceglievano per i loro sacrifici somministrando loro, per molti mesi, alcol e foglie di coca. Lo ha scoperto la ricerca internazionale pubblicata sulla rivista dell’Accademia delle Scienze americana, Pnas, coordinata da Andrew Wilson, del dipartimento di Scienze Archeologiche dell’università britannica di Bradford (1). Dopo aver esaminato le tre mummie di bambini risalenti a più di 500 anni fa, che furono scoperte nelle Ande argentine, gli esperti sono giunti alla conclusione che il consumo di entrambe le sostanze era parte del rituale del sacrificio.
Questa pratica aveva un significato spirituale ma anche pratico: rendere le vittime più docili. Nonostante già si sapesse che alcol e cocaina fossero fondamentali nei sacrifici umani degli Inca, le sostanze scoperte nei capelli hanno consentito di scoprire nuovi dettagli su come si preparassero questi rituali.
Un anno prima di essere uccisa l’alimentazione della “Donzella” (così è stata chiamata la mummia di una bambina di 13 anni) era cambiata drasticamente. Nel momento stesso in cui era stata scelta per il sacrificio cominciò ad essere alimentata molto meglio. L’alcol che consumavano si chiamama Chicha, una bevanda derivata dalla fermentazione del mais. Le foglie di coca producevano un effetto calmante, quando veniva masticata insieme con la cenere.
Gli Incas credevano che lo stato di ebrezza permettesse l’accesso al mondo degli spiriti. I sacrifici umani nell’impero Inca sono conosciuti con il nome di “copacocha”. I bambini scelti, di solito, percorrevano lunghe distanze e partecipavano alle cerimonie nella capitale inca Cuzko, prima di dirigersi sulla sommità del vulcano, a 100 chilometri di distanza, dove venivano uccisi.
I corpi dei tre ragazzi, sepolti separatamente, erano stati scoperti in perfetto stato di conservazione nel 1999 presso la cima del vulcano Llullaillaco, sulle vette delle Ande argentine.
Solo recentemente però le mummie sono state analizzate in maniera approfondita e l’analisi dei capelli della ragazza tredicenne e del bambino di 5 anni ha permesso di ricostruire i loro ultimi mesi di vita.

____________________________________________

(1) L’ESTREMA (E INUTILE) DIFESA DEI
PRO-BERGOGLIANI SULLA PACHAMAMA: I SACRIFICI UMANI

by Max Tex 16 agosto 2020

https://www.facebook.com/groups/266287024711787/permalink/303324044341418

(2) Archaeological, radiological, and biological evidence offer insight into Inca child sacrifice, Andrew S. Wilson, ET AL.PNAS August 13, 2013 110 (33) 13322-13327; https://www.pnas.org/content/110/33/13322

(3) CENSURA IN ARRIVO CONTRO IL PICCOLO RESTO!, by Max Tex, Proselitismo della Scienza, https://www.proselitismodellascienza.it/2020/11/11/censura-in-arrivo-contro-il-piccolo-resto/?fbclid=IwAR0dmvKnkbj39HqYEVdbsGn9M0pR_nbqfnkyeAPk-gcX8J5OA4kJBGh7Uy8

Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

SAN MARTINO PRIMO PAPA, CAMPIONE DELLA FEDE!

Dalla catechesi di Don Alessando Minutella

Martino (600 Todi, 16 settembre 655 Cherson, Sebastopoli) fu campione unico della fede e combatte’ con tenacia e impegno massimi l’eresia. Da lui vista come impresa criminale e satanica. Non a caso, poiche’ da sempre come afferma Gesu’ stesso, allora come al presente, gli eretici sono seguaci di satana e percio’ anticristi e feroci persecutori dei veri cristiani! Eretici che Martino decise di combattere con la sola arma della sapienza teologica ma con la massima fermezza. Quindi evitando, in accordo con la scrittura, qualunque dialogo, compromesso o promiscuita’ con gli eretici. Questi furono i nobili principi di Martino!
Alla morte del papa Teodoro, nel luglio del 649 fu eletto papa. La primissima delle sue preoccupazioni fu quella di combattere l’eresia monoteita (uno sviluppo dell’arianesimo). Contro i consigli di parte dei suoi collaboratori (ma non di Massimo il Confessore, cui il crudele Costante II fara’ tagliare la lingua e le mani per non aver voluto abiurare in favore dell’eresia monoteita) nello stesso anno indisse un Concilio apposito, il Sinodo Lateranense (5-31 ottobre 649). Il concilio emana due documenti:
  1. Condanna dell’imperatore Costante II (per la sua eresia monoteita)
  2. Condanna dell’eresia
Inizia subito la via crucis di Martino I papa. Costante II studia l’omicidio del papa architettando un escamotage per ucciderlo. Invia una delegazione guidata dall’Esarca (governatore) Olimpio che incontra papa Martino.
Olimpio chiede di poter assistere alla messa del papa (la liturgia al tempo era ancora indivisa). Il Santo padre si reca per la celebrazione alla Basilica di Santa Maria Maggiore. Nel momento della consacrazione il sicario va per pugnalare il papa. Ma in quell’istante entra una luce abbagliante da uno dei finestroni dell’abside che fa tramortire il sicario!
Non basta. Costante II (che fara’ una fine tremenda morendo a soli 38 anni avvelenato col sapone da un sicario inviato dal figlio!) architetta un secondo piano inviando a Roma una nuova missione omicida.
Ma questa volta i fedeli romani sono preparati a difendere papa Martino, schierandosi numerosi e ben armati a guardia del palazzo apostolico. Teodoro per uccidere il papa deve organizzare quindi un bliz armato. Ne nasce un combattimento sanguinoso. Che papa Martino fa smettere consegnandosi a Teodoro!
Martino viene arrestato e sottoposto ad angherie di ogni genere da Teodoro. Ma dopo sofferenze indicibili giunge alla fine ancora vivo ma gia’ duramente provato alla corte imperiale di Costante II che lo mette in carcere per tre mesi! Nel 653 viene imbastito a Costantinopoli un processo-farsa che lo condanna:
1) a camminare nudo attraverso Costantinopoli!
2) alla condanna a morte!
2) ai lavori forzati prima della morte in Crimea (Sebastopoli).
Dopo aver subito un umiliazione simile a quella di Cristo, costretto a percorrere nudo, sotto gli insulti e le percosse degli sgherri, il centro di Costantinopoli, il 10 agosto 654 viene costretto ad abdicare al papato. Viene quindi portato a Cherson, presso Sebastopoli. Li’ dopo un anno di esilio muore di stenti. E’ il 16 settembre 655. I fedeli cristiani del posto riconoscono pero’ la sua santita’ e costruiscono in suo onore una grande basilica dove viene sepolto il suo corpo. I crociati della prima crociata recupereranno le sue spoglie portandole a Roma (Basilica SS Silvestro e Martino).