Categorie
LA RICERCA DELLA VERA FEDE - THE SEARCH OF TRUE FAITH

L’ultima blasfemia di Bergoglio: “L’Eucarestia pane dei peccatori”

Il nuovo passo dell’apostasia riguarda l’ultima blasfemia dell’anti-papa pronunciata lo scorso 6 giugno durante l’Angelus.

Ha infatti affermato addirittura che

L’Eucarestia non e’ il premio dei santi, ma il pane dei peccatori” (1).

Featured Image

Come se per comunicarci non dovessimo prima liberarci dal peccato con una regolare confessione! Il cristiano in stato di colpa infatti non puo’ accedere alla comunione!

Ma si sa, per Bergoglio il peccato non esiste realmente. Ha infatti dichiarato non esistenti gran parte dei peccati mortali di cui al Decalogo dei Comandamenti dettati a Mose da Dio stesso (e incisi da Dio medesimo sulle tavole della Legge!).

E’ ritorna anche sul solito suo refrain – altrettanto blasfemo – in base al quale Gesu’ sarebbe la medicina della nostra “malattia”, ovvero il peccato.

Infatti l’Eucaristia, ha concluso il falso Papa, “è farmaco efficace contro queste chiusure. Il Pane di vita, infatti, risana le rigidità e le trasforma in docilità. L’Eucaristia guarisce perché unisce a Gesù: ci fa assimilare il suo modo di vivere (SIC, cosa vorrebbe dire con cio? Gesu e’ la VITA STESSA!) , la sua capacità di spezzarsi e donarsi ai fratelli, di rispondere al male con il bene. Ci dona il coraggio di uscire da noi stessi e di chinarci con amore verso le fragilità altrui. Come fa Dio con noi. Questa è la logica dell’Eucaristia: riceviamo Gesù che ci ama e sana le nostre fragilità (NO SANA IL MALE CHE E’ IN NOI, NON CI LASCIA LA FRAGILITA’!) per amare gli altri e aiutarli nelle loro fragilità (NO SE DAVVERO AMIAMO I FRATELLI LI DOBBIAMO APPUNTO AIUTARE AD USCIRE DALLA FRAGILITA’!). E questo, durante tutta la vita”.

__________________

(1) Angelus CORPUS DOMINI, Papa Francesco: Angelus, “l’Eucaristia non è il premio dei santi, ma il pane dei peccatori”, FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmailPrint 7 giugno 2021 @ 9:00

https://www.agensir.it/quotidiano/2021/6/7/papa-francesco-angelus-leucaristia-non-e-il-premio-dei-santi-ma-il-pane-dei-peccatori/